Istruzioni per gli Autori
Informazioni sul processo di valutazione


Rivista Internazionale di Filosofia del Diritto


1) La Rivista internazionale di filosofia del diritto accetta di prendere in esame esclusivamente contributi inediti, redatti in italiano, francese, inglese, tedesco, spagnolo, ceco. Gli Autori invieranno le proprie proposte di contributo alla Direzione, indirizzo email rivista.internazionalefd@gmail.com e – in cartaceo – all’indirizzo Fondazione Nazionale Giuseppe Capograssi, Via Savoia, 86 – 00198 – Roma, indicando sulla busta il mittente e la dicitura “proposta di contributo”. I contributi non dovranno eccedere le 65.000 battute, spazi inclusi, per la sezione Studi, le 32.500 battute, spazi inclusi, per la sezione Note e Discussioni, le 16.000 battute, spazi inclusi, per la sezione Spore, le 11.000 battute, spazi inclusi, per la sezione Schedario.

Il file sarà composto in formato “word”, interlinea singola, carattere “Times New Roman”, corpo 12, per i titoli ed il corpo del testo, corpo 11 per le citazioni che eccedano le 800 battute, spazi inclusi, che andranno opportunamente indicate con un capoverso a parte, preceduto e seguito da un rigo vuoto, corpo 10 per le note a piè di pagina, in numerazione progressiva con richiamo ad apice nel corpo del testo. Non è ammesso l’uso del grassetto, né del sottolineato. Il corsivo sarà impiegato limitatamente alle parole in lingua differente da quella nella quale il contributo è redatto, ai titoli di opere letterarie, pittoriche, o di altro tipo. Eventuali sottolineature, coloriture, attribuzioni di significato diverso da quello usuale, andranno indicate in tondo fra virgolette doppie “ad apice”.

Le citazioni inserite nel corpo del testo dovranno essere racchiuse fra virgolette «a caporale», le doppie vi rgolette “ad apice” saranno impiegate per un eventuale secondo livello di citazione, le virgolette ‛ad apice singolo’ per un eventuale terzo livello di citazione. Nel caso in cui vi fossero delle omissioni rispetto al passo originale citato, esse saranno indicate dalle parentesi quadre che racchiudono tre puntini di sospensione.

Le indicazioni bibliografiche in nota dovranno essere redatte nel modo seguente: per le monografie si indicherà l’iniziale maiuscola del nome proprio dell’Autore seguita da un punto, cognome per esteso in maiuscoletto seguito da virgola, titolo per esteso dell’opera, in corsivo, seguito dalla virgola, editore, in tondo, seguito da virgola, luogo e anno di pubblicazione seguiti da virgola, pagina citata con “p” o doppia “p” appuntate, seguite dai numeri. Per le edizioni successive alla prima, si indicherà la ristampa con un numero arabo collocato ad apice dell’anno dell’edizione che si sta citando, e l’anno dell’edizione originale racchiuso fra parentesi quadre, non precedute da virgola, subito appresso all’anno di pubblicazione dell’edizione che si sta citando.

Per gli articoli di rivista, l’Autore sarà indicato nella citazione come per le monografie, così come il titolo, si indicherà poi la testata nella quale il saggio è comparso in tondo e fra virgolette «a caporale», preceduta da “in”, e seguita dal numero del fascicolo, dall’anno di pubblicazione e dall’indicazione delle pagine come per le monografie.

Per contributi contenuti in opere collettanee, in atti di convegno, etc., fatte salve le istruzioni relative al singolo contributo, seguirà la citazione dell’opera di provenienza, come segue: in Aa.Vv., nel caso di più di tre autori, titolo del volume, curatori, ed estremi bibliografici come sopra.

Per le citazioni successive alla prima, il titolo potrà essere abbreviato, luogo e data di pubblicazione sostiuiti con “cit.” in tondo, con numero di pagina se necessario.

Si conferma (vedi Avvertenza pagina 2 di copertina) che l’Autore dovrà allegare alla proposta di contributo un abstract in italiano ed inglese; l’indicazione di cinque “parole chiave” (keywords) in italiano ed inglese che saranno resi disponibili – in modalità “accesso aperto” – sulla pagina web della Rivista; un proprio breve profilo di presentazione, corredato dagli opportuniriferimenti di reperibilità, in particolare l’email, che, in caso di pubblicazione, sarà considerata parte integrante del contributo, e per tanto resa nota.

Eventuali (e del tutto eccezionali) deroghe alle presenti istruzioni dovranno essere previamente concordate con la Direzione.




2) La Direzione informerà gli Autori dell’avvenuta ricezione del contributo via email. La Direzione sottoporrà ogni proposta di contributo a referaggio scritto, in forma anonima, secondo gli standards del procedimento “double blind peer review” che si considereranno soddisfatti qualora il giudizio fosse positivo, e ne comunicherà l’esito all’Autore entro novanta giorni, a far data dalla comunicazione di avvenuta ricezione. Nel caso di “accettazione” l’Autore debitamente informato non potrà rifiutare il consenso alla pubblicazione; nel caso di “accettazione con riserva” il contributo s’intende accolto a condizione che l’Autore esegua gli interventi richiesti nel termine massimo di trenta giorni. Ritardi non concordati con la Direzione saranno considerati dalla Rivista internazionale di filosofia del diritto come rinuncia alla collaborazione da parte dell’Autore, senza pregiudizio per altre future collaborazioni. In caso di esito negativo, nella procedura di valutazione, ne sarà data notizia all’Autore nei termini previsti. In caso di “accettazione”, la Redazione si impegna a pubblicare il contributo entro due anni, secondo l’ordine cronologico della registrazione in archivio dei vari contributi, e per conseguenza l’Autore s’impegna a non proporre a terzi – in qualunque forma – il contributo accettato dalla Rivista internazionale di filosofia del diritto prima che siano scaduti i due anni dalla comunicazione di avvenuta accettazione, a meno che non siano intervenuti altri accordi con la Direzione.